Architettura come… Pio Studio

La galleria newyorkese Storefront for Art and Architecture ha organizzato una breve manifestazione dal titolo Strategies for Public Occupation, per raccontare di come i cittadini possono riappropriarsi dei vuoti urbani delle loro città.
Tra i tanti progetti proposti ed esposti nella galleria, mi è piaciuto quello di una giovane studentessa e designer francese, Delphine Piault, che con una semplice foto e qualche carrello è riuscita a proporre un’idea davvero interessante.

“Dimenticate le file in attesa e date un nuovo scopo per carrelli spesa. Prendetene in prestito uno da un qualsiasi supermercato. Riempire con tutto ciò che serve per pochi giorni (o settimane) di dimostrazione all’aperto, prendete un piccolo lucchetto, e riunitevi con gli altri in uno spazio pubblico di vostra scelta. Legate i vostri carrelli a vicenda e iniziate a progettare The Wire Island. The Wire Island- fatta della vecchia-icona consumistica del mondo- disegna il nuovo simbolo di armonia nello spazio pubblico. The Wire Island è modulare e può adattarsi a qualsiasi spazio pubblico….”

tradotto dal sito: piostudio.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: