Architettura come… Horacio Coppola

E’ come Oscar Niemeyer.
Ha attraversato tutto il XX secolo e sia affaccia nel XXI.
Horacio Coppola è uno dei più grandi fotografi del secolo scorso.

E’ uno dei tanti artisti usciti dalla scuola del Bauhaus, fucina incontrastata della quasi totalità degli artisti formatisi tra le due guerre. E proprio tra i banchi di scuola conosce Grete Stern, che sposa nel 1935 (e da cui divorzierà nel 1943), con cui aprirà uno studio di fotografia.

Nel 1936 pubblica il libro che lo porta alla ribalta: Buenos Aires 1936: visión fotografía por Horacio Coppola.
Le sue fotografie di Buenos Aires iconizzano la capita argentina in quegli anni.

Tra i suoi lavori più celebri le fotografie sull’arte precolombiana, sull’opera di Aleijadinho, scultore e architetto brasiliano del barocco mineiro, e la serie sull’Europa.

L’interesse personale è tutto per lo sguardo e la lettura che Coppola riesce a dare dell’ambiente urbano, lo spazio del dopo (e a volte del prima) del progetto, di ciò che l’architetto spesso dimentica.
Gli studi cinematografici entrano poi con forza nella sua opera: le sue fotografie catturano un momento a caso tra tanti rendendolo eterno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: