Architettura come… Senza pretese

 “Senza pretese”, sottolinea a pagina 19 l’autrice.

Leggere un saggio “senza pretese” potrebbe sembrare una perdita di tempo. Perché un lettore coscienzioso da un libro si aspetta sempre nuovi sviluppi sulla materia, nuovi spunti di riflessione,…

Invece, a parer mio, “senza pretese” è proprio la qualità di questo saggio. Una lettura scorrevole e piacevole, che sviluppa in modo coerente la materia, lasciando al lettore la voglia di andare a sfogliare i numerosi riferimenti bibliografici, altra grande qualità del testo.

Forse mancano nuove prospettive sulla materia, ma “La città contemporanea” (Serena Vicari Haddock) risulta essere un ottimo testo sia per un neofita che si vuole avventurare nel campo dell’urbanistica, sia per uno studente di architettura in cerca di un percorso guidato, che lo allontani da falsi miti e pregiudizi sulla materia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: