Architettura come… Gio Ponti

Il 16 settembre di quest’anno ricorre il 30ennale della morte di Gio Ponti, tra i maestri dell’architettura italiana ed internazionale.

Figura poliedrica è stato nel corso della sua lunga attività  architetto, designer, costumista, direttore di Domus…

Tra il 1954 e il 1957 realizza per Anala Planchart una villa nei pressi di Caracas.

A lungo dimenticata, la villa è da considerarsi uno dei gioielli dell’opera del maestro milanese e recentemente è stato pubblicato il libro Gio Ponti. La villa Planchart a Caracas, curato tra gli altri da Fulvio Irace.

I Planchart sono una famiglia dell’alta borghesia colombiani, di grande cultura. Armando Planchart Franklin rappresentava la General Motors in Venezuela.

Viaggiando avevano conosciuto l’Europa, Venezia e le sue Biennali d’Arte. Abbonati a “Stile” e “Domus”, conoscevano dunque l’opera di Gio Ponti e arrivati a Milano chiesero all’architetto di progettare una villa. In tutti i particolari. Gio Ponti sceglie con cura tutti i materiali, che fa spedire direttamente dall’Italia. Marmi di Montecatini, ceramiche di Salerno, …

Il giardino della villa rappresenta una vera e propria collezione di orchidee  (Cattleya, Cymbidium, Villa planchartiis,…) che sono collocate in ogni parte del giardino per garantire una fioritura perenne.

All’interno la collezione di opere d’arte comprende artisti come Massimo Campigli, Giorgio Morandi, Fausto Melotti e Alexander Calder.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: